Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
previous arrow
next arrow

Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
previous arrow
next arrow

Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
Tavola-disegno-5-copia-7@8x-100-scaled
previous arrow
next arrow

Aste per il mercato dell’energia

da | 6 Giu, 24 | Dalle aziende

Gli operatori di energia elettrica hanno premiato la bassa tendenza degli utenti a cambiare fornitore, essendo sempre di più alla ricerca di una clientela stabile”. È quanto afferma il presidente di Billoo Giovanni Baroni, tramite l’Osservatorio sulle bollette di luce e gas, a seguito della pubblicazione dei risultati delle aste bandite dall’Acquirente Unico per la fornitura di elettricità agli utenti che dal 1° luglio usciranno dal mercato tutelato. “Quello che notiamo da un’analisi del mercato libero dell’elettricità” continua Baroni “è che gli operatori non stanno a guardare. Stanno già arrivando offerte riservate ai clienti presenti ancora nel mercato tutelato con sconti superiori ai 73 euro all’anno, risparmio che emerge dalle aste”. Insomma, la competizione tra i fornitori di energia si fa più accesa.

Grazie alle informazioni derivanti dal ‘Sistema Informativo Integrato’ sempre più operatori energetici stanno rifiutando quei clienti che sul mercato libero cambiano spesso fornitore in un anno. Sembra che la parola d’ordine sia fedeltà, chissà se si vedranno i programmi fedeltà, come per esempio accade con le linee aeree o i supermercati” conclude Baroni. Anche se le aste hanno diviso il territorio italiano in 26 aree, ciò non vuole dire che i clienti avranno prezzi differenziati: verrà applicato a tutti il medesimo prezzo e tramite una “cassa conguaglio” verranno poi regolate le partite tra gli operatori. La nuova tariffa durerà tre anni, trascorsi i quali i clienti rimarranno nel portafoglio dei fornitori. In ogni caso i clienti possono cambiare fornitore quando vogliono ed uscire dal mercato a Tutele Graduali che decorrerà dal 1° Luglio.

billoo.it

Immagine di copertina a cura di Myriam Jessier

Autore

Condividi questo articolo

Categorie

Archivi

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER













    *Tutti i campi sono obbligatori



    💬 Ciao come possiamo aiutarti?